San Rocco- BOCCASSUOLO

BOCCASSUOLO

San Rocco

Don Sola scrive che "Il 2 settembre 1855 i Boccasuolesi ed il Parroco d. A. Guigli decretarono di abbattere l'antico oratorio di S. Rocco ed ampliarlo apportandogli maggior decoro e splendore." 

Nell'archivio Parrochiale è conservato un documento datato 2 settembre 1855 in cui si conferisce l'incarico di riedificazione dell'Oratorio a Giovanni Cavani di Pievepelago in cui si legge: "Il qui sottoscritto (...) Giovanni Cavani di Pievepelago capo Maestro Muratore si obbliga ed assume l'incarico di riedificare nel modo e maniera già indicatagli dalli (...) incaricati da tutta la popolazione di Boccassuolo l'Oratorio esistente in detto luogo (...) sotto il titolo di S. Rocco e di eseguire il lavoro da uomo probo e da bene ed anzi di uniformarsi ai consigli degli assistenti di mano in mano che si presentano. (...) Si obbliga di eseguire il lavoro in quella maniera che comporta la sua arte e maestria (...)." 

Da ciò si presume che doveva esistere in Boccassuolo un oratorio dedicato a S. Rocco precedente all'attuale che risale appunto al 1855, come si legge nella lapide posta sopra l'ingresso:

I Boccassuolesi

per essere stati liberati dal colera

nel 1855

questo oratorio eressero a onore di S. Rocco

oggi sempre memori di grazia ricevuta

uniti all'attuale parroco

questa lapide pongono

Addì 1 gennaio 1907

Negli anni 1980 il parrocco padre Antonio Capitanio ha provveduto alla decorazione interna, all'installazione di un impianto di riscaldamento ed al rifacimento di quello elettrico.

Padre Antonio
San Rocco
Campanella anno 1857
Donata da Guigli Francesco
Piazzetta con Santo
San Rocco
Interno
San Rocco
Lapide esterna
1907
Lapide interna
1955
Statuetta i Legno di San Rocco
interno nicchia sinistra
Quadro con Madonna e Bambino
e tutti i Santi
Clicca qui sotto per Video San Rocco in Boccassuolo